IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

BOX-OFFICE 16 NOVEMBRE 2023

IL BOX-OFFICE DEL GIOVEDÌ

16 NOVEMBRE 2023 Italia

  • 01
    C'È ANCORA DOMANI € 449.991 – 66.700 presenze
  • 02
    HUNGER GAMES - LA BALLATA DELL’USIGNOLO E DEL SERPENTE € 238.466 – 32.469 presenze
  • 03
    THE MARVELS € 60.914 – 8.628 presenze

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Paola Cortellesi a briglia sciolta. Il suo C’è ancora domani continua il suo incredibile percorso e si mantiene saldo in prima posizione, con un totale pazzesco che grazie a feriali sorprendenti ha raggiunto 15,2 milioni di euro. A questo punto è davvero difficile ipotizzare dove arriverà, è un film entrato nell’interesse collettivo, un caso raro di passaparola travolgente che sta contagiando tutta Italia.

Al secondo posto fa quello che può, e non è comunque poco, la novità Hunger Games – La ballata dell’usignolo e del serpente che in due giornate ha raggiunto 585 mila euro e dimostra di attecchire sul target di riferimento che sono in primis gli adolescenti. Ma siamo distanti dai superlativi.

Stesso discorso per il terzo classificato The Marvels che ha raggiunto 2,2 milioni di euro ma è ben distante dai fasti del passato per tutto ciò che, finora, ha riguardato l’accoppiata “personaggi in calzamaglia & sganassoni” firmata Marvel. I Cinecomic sono arrivati al capolinea? E’ davvero presto per dirlo, certo c’è aria di stanca e la formula va ripensata.

Tra le tante novità arrivate ieri, quella che si distingue maggiormente è l’horror Thanksgiving di Eli Roth (4° posto – € 41.233), ma parte con il piede giusto anche The Old Oak di Ken Loach (5° posto – € 36.606). Più debole il riscontro per The Dream Scenario che esordisce in decima posizione con € 13.247.

A livello di totali, raggiungeranno 5 milioni di euro nel week-end due film con aspettative completamente diverse, per uno (Killers of the Flower Moon) è un solido riscontro ma lontano dai superlativi su cui si puntava, per l’altro (Five Nights At Freddy’s) è un traguardo che si riteneva impensabile.

Sul week-end sembrano non esserci dubbi: sarà ancora un fine settimana all’insegna del cinema italiano. Suona strano dirlo, dopo mesi, anzi anni, di completa indifferenza verso tutte le produzioni nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *