I DIECI MIGLIORI DEBUTTI DELLA STAGIONE 2023/2024 ...fino ad ora...  —  QUESTIONE DI SCELTE gli equilibri sottili tra cinema e streaming

BOX-OFFICE 20 LUGLIO 2023

IL BOX-OFFICE DEL GIOVEDÌ

20 LUGLIO 2023 Italia

  • 01
    BARBIE € 2.140.283 – 284.295 presenze
  • 02
    MISSION: IMPOSSIBLE - DEAD RECKONING PARTE UNO € 132.369 – 17.573 presenze
  • 03
    INDIANA JONES E IL QUADRANTE DEL DESTINO € 39.855 – 5.501 presenze

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Tutti pazzi per Barbie!!

Chi lo avrebbe detto che il migliore debutto stagionale sarebbe stato a dieci giorni dal termine della stagione, in piena estate, e di una estate caldissima tra l’altro. Una cosa quindi Barbie ce la insegna: se arriva il film giusto non c’è streaming che tenga, la canicola diventa un dettaglio e ci si fionda in sala costi quel che costi. Barbie fa quindi meglio dei migliori esordi di stagione: il finora imbattibile Minions 2 (€2.140.283), Avatar – La via dell’acqua (€ 1.522.427) e Super Mario Bros (€ 1.256.759).

Come mai tutto ciò?

Per elaborare teorie c’è tempo, ma di sicuro all’evento costruito con perizia e dedizione si è unita la forza di un brand noto ma mai sfruttato in questo modo al cinema. I franchise di sempre costano un botto e stanno deludendo, i tentativi di imporre cose originali arrancano, ma se rielabori qualcosa che tutti conoscono in modo originale, ma anche non originale (vedi Super Mario Bros), il pubblico accorre.
E questo dice molto soprattutto di noi: difficilmente abbandoniamo il noto e ci lasciamo attrarre da qualcosa che non riconosciamo.

Al secondo posto Tom Cruise fa quel che può, ma Mission: Impossible – Dead Reckoning Parte Uno si conferma deludente (dopo una settimana ha totalizzato 2,3 milioni di euro, poco più di Barbie in un giorno) e al terzo il bistrattato Indiana Jones e il quadrante del destino consolida i suoi numeri che hanno raggiunto 5,1 milioni di euro.

Tra le nuove uscite compaiono in top-10 due film che suffragano tendenze in atto: La maledizione della Queen Mary (5° posto – € 25.030), a conferma di come l’horror riesca sempre a distinguersi, e Cattiva coscienza (7° posto – € 16.426) che invece dimostra la poca voglia di cinema italiano in sala, anche quando prova a essere originale come in questo caso. E su questo aspetto ci sarebbe da ragionare per elaborare una strategia giusta.

Sarà un week-end all’insegna del rosa, con buona pace dei detrattori che si sono lanciati in invettive contro Barbie (senza averlo visto peraltro) alimentando un dibattito che ha solo fatto bene al film. Del resto, come diceva Oscar Wilde, “l’importante è che se ne parli…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *