IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

BOX-OFFICE 5 – 7 APRILE 2024

INTANTO NEGLI STATI UNITI

5 - 7 APRILE 2024 USA

  • 01
    GODZILLA E KONG - IL NUOVO IMPERO $ 31.203.359 – 3.948 sale
  • 02
    MONKEY MAN $ 10.119.435 – 3.029 sale
  • 03
    GHOSTBUSTERS - MINACCIA GLACIALE $ 9.003.197 – 3.835 sale

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Il box-office U.S.A. risente della debolezza delle nuove uscite. Godzilla e Kong – Il nuovo impero perde il 61% degli incassi e raggiunge un totale di 134,5 milioni di dollari in patria e 361,1 milioni di dollari nel mondo. Una flessione notevole, ma anche fisiologica considerando l’esordio straordinario della scorsa settimana, con un andamento in linea con i blockbuster che difficilmente superano le tre settimane di ampio sfruttamento, anche se l’assenza di titoli forti potrebbe fare la differenza e dargli uno sprint inusuale.

Al secondo posto debutta Monkey Man, l’action thriller con cui Dev Patel debutta alla regia; si tratta di un film inizialmente previsto per Netflix, distribuito in sala grazie all’interessamento di Jordan Peele che lo ha particolarmente apprezzato indirizzandolo alla Universal. La major ha ottenuto i diritti spendendo 10 milioni di dollari, una cifra che il film non dovrebbe avere problemi a recuperare considerando sia l’apprezzamento del pubblico (il voto su IMDb è 7,3) che quello della critica (su Rotten Tomatoes l’88% di recensioni sono positive).

Non si dimostra particolarmente forte, invece, Ghostbusters – Minaccia glaciale, in flessione del 42,2% e dopo tre settimane ancora ben distante dai 100 milioni di dollari (per ora il totale U.S.A. è di 88,8 milioni di dollari), un chiaro segnale di come il franchise non sia stato in grado di allargare il suo bacino di pubblico al di là dei nostalgici e dei fedelissimi, e per un colosso da 100 milioni di dollari di budget non è un bel segnale.

Debutta fuori dal podio Omen – L’origine del presagio con 8,3 milioni di dollari, circa la metà dei 16 milioni ottenuti nel 2006 da Omen – Il presagio, remake del capostipite del 1976 di cui il nuovo film è invece un prequel. L’esordio sotto i 10 milioni di dollari non lascia ben sperare per il recupero dei 30 milioni di dollari di budget, anche se il 6,9 su IMDb e il 79% di recensioni positive su Rotten Tomatoes aprono spiragli a un buon passaparola. Anche in questo caso si tratta un film previsto inizialmente per lo streaming e giunto in sala tenendo conto dei buoni risultati del genere horror che ha dimostrato di avere nella visione collettiva e nella condivisione dei brividi il suo punto di forza.

Non brilla particolarmente l’altra nuova uscita, il dramma sentimentale Someone Like You, che esordisce al 7° posto con 2,9 milioni di dollari e una media per sala niente di che di 1.641 dollari.

L’espansione di Cattiverie a domicilio, la commedia gialla britannica con Olivia Colman e Jessie Buckley, raggiunge 1.002 sale ma non va oltre la decima posizione, con 1,3 milioni di dollari e una media per sala di 1.337 dollari che non lascia ben sperare per il suo andamento delle prossime settimane. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *