IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

IL BOX-OFFICE DEL WEEK-END

BOX-OFFICE 12 - 15 OTTOBRE 2023

12 - 15 OTTOBRE 2023 Italia

  • 01
    TAYLOR SWIFT - THE ERAS TOUR € 746.531
  • 02
    L'ESORCISTA - IL CREDENTE € 659.165
  • 03
    DOGMAN € 462.271

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

L’assenza di titoli molto forti e accentratori determina la spalmatura del pubblico su più film.

A dominare a livello di incassi è Taylor Swift – The Era Tour, ma unicamente a causa del biglietto maggiorato (circa 20 euro), perché come spettatori il concerto di Taylor Swift ne ha ottenuti “solo” 38.209, rispetto ai 66 mila di Dogman e di L’ultima volta che siamo stati bambini. Che il prezzo del biglietto, intorno ai 20 euro, sia stato un discreto disincentivo per un’artista che in Italia ha meno risonanza rispetto ad altri parti del mondo? Tra l’altro Taylor Swift – The Era Tour è uscito venerdì e dopo due giorni al primo posto ieri è sceso al quarto, segno che gran parte dei fedelissimi ormai era accorsa. E ha ancora tre fine settimana a disposizione, rischia di diventare una “patata bollente” che occupa le sale per più di tre ore. Ma tutto, come sempre, può succedere.

Al secondo posto resiste, anche per mancanza di alternative mainstream, L’esorcista – il credente, domenica addirittura al primo posto, un altro titolo che in Italia sta mediamente funzionando meglio che altrove, con un totale che ha già raggiunto 2,2 milioni di euro.

Completa il podio Dogman, di Luc Besson, che potrebbe avere chance di crescere grazie al passaparola e rientra nella categoria “film medi” di cui l’esercizio ha tanto bisogno per poter sopravvivere nel quotidiano. Gli eventi sono felici casi sporadici, con i film medi si permette ai cinema di stare aperti tutto l’anno.

Tra gli altri, sempre sul pezzo Assassinio a Venezia (totale 7,7 milioni di euro), mentre tra le nuove uscite a distinguersi è soprattutto L’ultima volta che siamo stati bambini (€ 448.704), partito in sordina e in recupero tra sabato (terzo posto) e domenica (secondo posto).

Disastro per Il mio grosso grasso matrimonio 3, fuori dalla top-10 con un incasso miserrimo di € 42.012 in 176 sale (239 euro, la peggiore media per sala della top-20).

A livello di totali, festeggiano la cifra tonda sia The Creator (un milione di euro) che Gran Turismo (due milioni di euro), il primo fa flop (budget 80 milioni di dollari, incasso globale 79,1 milioni di dollari), il secondo è quasi in pari con il solo theatrical (budget 60 milioni di dollari, incasso mondiale 117,4 milioni di dollari).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *