CINEMA REVOLUTION Edizione 2024  —  CINEMA IN FESTA Al via la quarta edizione

IL BOX-OFFICE DEL WEEK-END

BOX-OFFICE 1 - 4 FEBBRAIO 2024

1 - 4 FEBBRAIO 2024 Italia

  • 01
    POVERE CREATURE! € 1.845.453
  • 02
    TUTTI TRANNE TE € 1.792.650
  • 03
    I SOLITI IDIOTI 3 - IL RITORNO € 768.923

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

(DATI IN AGGIORNAMENTO)

Buone e cattive notizie nell’analisi del box-office del week-end. Le buone riguardano il presente, l’andamento complessivo (+41% rispetto al 2023) e l’ottima tenitura dei film in programmazione, quelle cattive invece pensano al futuro e al tragico debutto delle nuove uscite. Ma andiamo per ordine.

Povere creature! conquista per la seconda settimana la vetta del box-office perdendo pochissimo rispetto al forte esordio (-8%), segno che la sua strada, considerando anche le 11 nomination all’Oscar, è ancora lunga e i 4,7 milioni di euro raccolti finora potrebbero almeno raddoppiare. Tutti tranne te è però quello che sorprende di più perché, caso raro, aumenta rispetto al già forte esordio (addirittura +48% e venerdì e sabato ha raggiunto il primo posto) e ha rilanciato la commedia, genere un po’ in disuso in sala; la sua corsa, con il solo supporto del passaparola e di Tik Tok, potrebbe avere raggiunto il suo apice, ma i 3,7 milioni di euro incassati finora sono comunque destinati ad aumentare e potrebbero tranquillamente raddoppiare. Ha anche la migliore media per sala della top-10 (4.966 euro in 361 sale).

Il calo maggiore (-61%) è per I soliti idioti 3 che, smaltita la solida fan base, non sembra avere ulteriore forza per coinvolgere un pubblico più ampio; per ora il totale è di 3,1 milioni di euro e il più sembra fatto, anche se l’assenza di concorrenza delle prossime settimane potrebbe garantirgli un ulteriore allungo.

Le dolenti note riguardano invece le nuove uscite: il colosso da 200 milioni di dollari Argylle non va oltre il quarto posto con € 402.588 in quattro giorni e The Warrior con Zac Efron va ancora peggio (nono posto), con appena € 194.874. Un brutto segnale, anche perché fino all’arrivo di Dune – parte due (pronto da tempo e chissà perché piazzato così avanti), di film acchiappapubblico, salvo sorprese,  all’orizzonte non ce ne sono.

Vanno quindi meglio i film in tenitura, con la sorpresa di Perfect Days (quinto posto) che continua il suo proficuo cammino (totale 4,33 milioni di euro), Pare parecchio Parigi (sesto posto) che fa quel che può (totale 2,91 milioni di euro) e The Holdovers (settimo posto) che aggiunge un altro tassello, anche lui supportato dai non improbabili Oscar in arrivo (totale 1,58 milioni di euro).

Completano il quadro Dieci minuti (totale € 656.909), pressoché stabile (-3%) e Il fantasma di Canterville (totale € 692.590) che ha però la peggior media per sala della top-10 (608 euro in 245 sale).

A un soffio dai 36 milioni di euro, che raggiugerà in settimana, forse già oggi, C’è ancora domani, mentre il profumo di Oscar aggiunge poco ai colossi dell’estate tornati in programmazione in vista degli Oscar: Oppenheimer (13 nomination e totale € 28.124.831) e Barbie (8 nomination e totale € 32.145.919).

Chi l’avrebbe detto, infine, che Il ragazzo e l’airone (totale € 6.706.601) avrebbe superato Aquaman e il regno perduto (totale € 5.822.366)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *