IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

IL BOX-OFFICE DEL WEEK-END

BOX-OFFICE 20 - 23 luglio 2023

20 - 23 luglio 2023 Italia

  • 01
    BARBIE € 7.717.161
  • 02
    MISSION: IMPOSSIBLE - DEAD RECKONING PARTE UNO € 856.998
  • 03
    INDIANA JONES E IL QUADRANTE DEL DESTINO € 289.914

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Dopo lo strabiliante debutto di giovedì, Barbie si conferma un successo stratosferico. Il suo arrivo interrompe la monotona e mesta litania del “nessuno va più al cinema”, “in estate chiuso per ferie”, “ah lo streaming”, ricordando a tutti noi il richiamo irresistibile della sala cinematografica quando un film interessa. La novità è che non si tratta di un franchise consolidato, anzi, quelli faticano a imporsi, ma del primo film dedicato alla bambola più famosa del mondo. Una proprietà intellettuale della Mattel che tutti, ma proprio tutti, conosciamo e che nessuno aveva ancora reso protagonista di un film live action. Il trionfo non è solo italiano, con numeri da capogiro (dopo quattro giorni è già l’ottavo maggiore incasso della stagione con quasi un milione di spettatori), ma mondiale, con un primo week-end da 337 milioni di dollari.

A risentirne il film che si pensava di punta del periodo, Mission: Impossible – Dead Reckoning Parte Uno, a distanza abissale al secondo posto e con un totale alla seconda settimana di 3,1 milioni di euro, mentre resiste dopo quasi un mese al terzo posto, Indiana Jones e il quadrante del destino (totale 5,3 milioni di dollari). Entrambi i film confermano come i giocattoloni legati a franchise storici continuino ad attirare spettatori ma non a incassare trilioni come in passato, finendo per diventare non flop, perché non lo sono, ma non i mega successi sperati, soprattutto perché la loro realizzazione richiede budget stratosferici difficili da recuperare con un successo medio e privo di superlativi.

Discorso analogo per Elemental al quarto posto, basta chiamarlo flop, un film che attira milioni di spettatori e incassa 356 milioni di dollari in tutto il mondo (e non è ancora finita!) non lo è, ma gli ingenti investimenti e il peso del brand Pixar inducevano a pensare a risultati maggiori, in grado con il solo theatrical di andare già in attivo, invece sta andando diversamente. Ma non è un flop, basta etichette depistanti!!

Tra le altre nuove uscite, nulla in grado di distinguersi davvero, ma meglio l’horror di La maledizione della Queen Mary (5° posto – € 135.729) dell’italiano Cattiva coscienza (8° posto – € 81.052). Fa poi capolino al 9° posto Piggy con € 15.732 e la peggiore media per sala della top-10 (€ 276 in 57 sale).

Italia esclusa dal fenomeno “Barbenheimer”, cioè dall’uscita insieme a Barbie anche dell’attesissimo Oppenheimer di Christopher Nolan, anche lui partito molto bene (174,1 milioni di dollari in tutto il mondo), che invece da noi arriverà nelle sale a partire dal 23 agosto. Strategia distributiva discutibile a posteriori, quando tutti sono bravissimi a tirare le somme, ma considerando l’andamento dei colossi fino ad ora, più che comprensibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *