IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (02/23_24) – PARTE 2 II TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (02/23_24) – PARTE 1 II TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

BERLINALE 2024

Orso d'Oro alla carriera a Martin Scorsese

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Con l’Orso d’Oro Onorario, la Berlinale rende omaggio a figure importanti del mondo del cinema. Il premio viene assegnato per una carriera artistica eccezionale e la scelta di quest’anno è quanto mai azzeccata, perché parliamo di uno dei più significativi e influenti registi viventi.

Il 74esimo Festival Internazionale del Cinema di Berlino assegnerà al regista, produttore e sceneggiatore statunitense Martin Scorsese l’Orso d’Oro Onorario alla carriera durante una cerimonia di premiazione che si terrà al Berlinale Palast il 20 febbraio 2024.

Il sito della Berlinale ne ripercorre la carriera:

Dagli anni ’70, il regista premio Oscar è uno dei cineasti più influenti nel mondo del cinema. Solo le opere di regia dell’italoamericano con radici siciliane comprendono più di 70 film. Molte delle sue opere hanno scritto la storia del cinema e la versatilità della sua opera è unica. Tra i suoi film più noti ricordiamo Taxi Driver (1975, Palma d’Oro a Cannes 1976), Toro scatenato (1980, Concorso Berlinale – Fuori Concorso 1981), Fuori orario (1985, Miglior Regia a Cannes 1986), Il colore dei soldi (1986), Quei bravi ragazzi (1990), Cape Fear (1991, Concorso Berlinale 1992), L’età dell’innocenza (1993), Casino (1995), Gangs of New York (2002, Concorso Berlinale – Fuori concorso 2003 e Retrospettiva 2010), The Aviator (2004), The Departed (2006), Shine a Light (film d’apertura della Berlinale 2008), Shutter Island (2010, Concorso Berlinale – Fuori concorso), Hugo Cabret (2011), The Wolf of Wall Street (2013), Silence ( 2016) e The Irishman (2019). Un’altra presentazione alla Berlinale è stata il work in progress Untitled New York Review of Books Documentary (2014), successivamente lanciato da HBO come The 50 Year Argument.

Il suo ultimo film, Killers of the Flower Moon di Apple Original Films, è stato recentemente votato come miglior film del 2023 dalla rinomata associazione cinematografica statunitense National Board of Review ed è stato nominato uno dei 10 migliori film dell’anno dall’American Film Institute, nonché il miglior film del 2023 da “The New York Times”, “The New Yorker” e “The New York Film Critics Circle”.

Martin Scorsese è anche molto impegnato nel rispetto del patrimonio cinematografico storico. Con “The Film Foundation” sostiene il restauro e la distribuzione di film classici.

Le foto sono state prese dal sito della Berlinale e sono di Richard Hübner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *