CINEMA REVOLUTION Edizione 2024  —  CINEMA IN FESTA Al via la quarta edizione

KINDS OF KINDNESS

Ritorno alle origini per Lanthimos

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

di Yorgos Lanthimos con Emma Stone, Jesse Plemons, Willem Dafoe, Margaret Qualley, Hong Chau

Regno Unito, U.S.A.  2024 – durata 165’

Dopo il successo di Povere creature! il regista greco Yorgos Lanthimos torna alle origini, a partire dal ritorno del co-sceneggiatore Efthymis Filippou con cui ha realizzato i primi lavori che hanno determinato la personalità del suo stile. Posa quindi ancora una volta il suo sguardo tagliente su alcuni nervi scoperti della contemporaneità. In tre episodi, con gli stessi attori in ruoli differenti, mette alla berlina rapporti affettivi e sociali, sempre piegati a logiche di potere, con le pulsioni mostrate ancora una volta gelidamente in agguato. Incomunicabilità e alienazione completano il quadro. Interessante, grottesco e respingente, ha però poco da aggiungere al noto.

Il primo episodio, in cui un uomo è totalmente soggiogato al volere del suo datore di lavoro, è il più riuscito, con qualche integrazione e approfondimento in più avrebbe potuto trasformarsi in un lungo; gli altri (in uno una donna creduta morta ritorna ma il marito crede non sia lei, nell’altro una setta cerca una persona dai poteri speciali) sembrano più gli scherzetti di un demiurgo che manipola la realtà a suo piacimento, con esiti più compiaciuti che irresistibili. Illude partendo a razzo con la musica degli Eurythmics, ma si sgonfia progressivamente limitandosi a essere stridente. Mai davvero disturbante, però. Siamo noi ormai abituati al suo stile o è proprio il film ad avere meno cose da dire? Sarà il tempo, magari una seconda visione, a farcelo capire. E’ stato presentato in concorso al Festival di Cannes dove Jesse Plemons ha vinto per la migliore interpretazione maschile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *