IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

THE NATURE OF LOVE

di Monia Chokri (Un Certain Regard)

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Sulla natura dell’amore in tutte le sue declinazioni, dalla razionalità alla passione, si è già detto tutto e il contrario di tutto. Il film di Monia Chokri non inventa nulla, e non cerca neanche di farlo, ma dice la sua sul tema con personalità. E lo fa con una commedia arguta dalle tante verità dove la protagonista, un’intellettuale canadese, dopo una lunga relazione in cui l’amore si è tramutato in una solida amicizia, trova nuova linfa nella passione con un aitante montanaro (il “semplice Sylvain” del titolo originale). Farà scelte difficili e, cosa più importante, cercherà di capire cosa davvero vuole e di cosa ha bisogno per stare bene.

La regista gioca con consapevolezza, attraverso primissimi piani e dialoghi serrati, con gli stereotipi della commedia romantica, irride i rituali dell’amore borghese, cavalca i luoghi comuni nel caratterizzare i personaggi e il “tipo” che rappresentano sfuggendo al senso unico e non dimentica il conflitto di classe per aggiungere problematicità. Il percorso di formazione affettiva che ne deriva non si sa con precisione dove porterà, ma come sempre l’importante è il viaggio e non la destinazione e ciò a cui assistiamo consente alla protagonista di ritrovare il suo centro e a noi stimolanti opportunità di confronto.

Tutto già visto e sentito ma riassunto con brio e leggerezza, senza scelte compiacenti ad ammorbidire le svolte narrative che se devono fare male non si tirano indietro. La luminosa protagonista Magalie Lépine Blondeau in Canada è un volto noto, soprattutto della televisione (i 133 episodi di District 31) e per il grande schermo ha recitato, come anche la regista, diretta dal conterraneo Xavier Dolan.