IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

16 MAGGIO 2024

DA OGGI NELLE SALE

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Settimana senza uscite particolarmente forti, ma è proprio in questi casi che sbuca l’outsider. Sarà così? Vediamo intanto i titoli in sala da oggi:

I DANNATI di Roberto Minervini. Primo film di fiction, per il di solito più incline al documentario Minervini, ambientato nel 1862 durante la Guerra di Secessione. In contemporanea con il Festival di Cannes, dove è presentato nella sezione “Un Certain Regard”.

IF – GLI AMICI IMMAGINARI di John Krasinski. Un uomo insieme a una bimba vicina di casa aiuterà gli amici immaginari a ricongiungersi con i bambini, ormai cresciuti, che li hanno creati. Il regista, marito di Emily Blunt, viene dai due A Quiet Place ed è anche co-protagonista insieme a Ryan Reynolds.

ABIGAIL di Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett. Il rapimento con riscatto di una bambina prende una piega diversa dal previsto quando si scopre che la bambina è nienetepopodimeno che La figlia di Dracula (l’omonimo film del 1936 è libera fonte di ispirazione). Registi e Melissa Barrera provengono dagli ultimi Scream.

UNA STORIA NERA di Leonardo D’Agostini. Lui e lei sono separati perché gelosie e violenze hanno distrutto l’amore. Dopo la cena in comune per il compleanno di una delle tre figlie, del padre non si hanno più notizie. Cosa è successo? Un legal thriller con Laetitia Casta dal regista de Il campione.

RITRATTO DI UN AMORE di Martin Provost. Il rapporto, in cinquant’anni di vita, tra il pittore francese Pierre Bonnard e Marthe de Méligny, sua compagna e musa per eccellenza. Dal regista di La brava moglie.

NIENTE DA PERDERE di Delphine Deloget. Un altro film con la meravigliosa Virginie Efira. Ne abbiamo parlato più approfonditamente qui.

METAMORPHOSIS di Michele Fasano. Documentario di creazione in animazione Ispirato a «La conferenza degli Uccelli» di Farid al-Din ‘Attar.

SUPERLUNA di Federico Bondi. Un terremoto colpisce una piccola comunità. Non ci sono vittime, ma tutti sono costretti a lasciare le proprie case. Mentre gli adulti faticano a trovare un equilibrio nella precarietà, Viola, una bambina di dieci anni, immagina il sisma come un “amico” che la obbliga a stare fuori, insieme agli altri, e scopre così il mondo dei grandi, l’amicizia e una natura fino a quel momento inesplorata. Dal regista di Dafne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *