IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

18 APRILE 2024

DA OGGI NELLE SALE

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

L’offerta di questo giovedì è ricca e interessante. Per arrivare preparati al week-end in sala ecco tutti i titoli nel dettaglio:

CIVIL WAR di Alex Garland. Negli U.S.A. imperversa la guerra civile e una giornalista attraversa il paese documentando gli scontri. Tema attualissimo, regista che sa il fatto suo (Ex Machina, Men, Annientamento), protagonista Kirsten Dunst. Il film del week-end è servito! Ne avevamo già parlato qui.

BACK TO BLACK di di Sam Taylor-Johnson. Nonostante risultati ultimamente un po’ fuori fuoco, il biopic di star della musica è genere ancora molto frequentato. Dopo Bob Marley è la volta di Amy Winehouse, con Marisa Abela pronta al grande salto e la regia della Sam Taylor-Johnson di Cinquanta sfumature di grigio.

CATTIVERIE A DOMICILIO di Thea Sharrock. Chi scrive lettere anonime oscene alle donne della piccola comunità di Littlehampton? Commedia brit al vetriolo, ambientata nel 1922, con protagoniste le bravissime Olivia Colman e Jessie Buckle. La regista è la stessa del toccante Io prima di te.

NON VOLERE VOLARE di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson. Paura di volare? Nessun problema, l’agenzia “Viaggiatori Impavidi” organizza corsi per sconfiggere ogni timore e librarsi leggeri nel cielo. È la soluzione scelta da quattro intrepidi (aspiranti) viaggiatori. Ovviamente non tutto andrà secondo i piani. No, tra i passeggeri non c’è Margherita Buy il cui Volare viene subito in mente.

VITA DA GATTO di Guillaume Maidatchevsky. Quando la piccola Clémence salva un gattino orfano, la loro amicizia diventa presto un legame indissolubile. Quando i due si trasferiscono nella casa di campagna per le vacanze, il richiamo della natura si fa per il gatto sempre più forte. Il classico film per tutta la famiglia.

BRIGITTE BARDOT FOREVER di Lech Majewski. Metà del XX secolo nella Polonia comunista. L’adolescente Adam vive con la madre e attende da sempre il ritorno del padre, disperso dopo la Seconda guerra mondiale. Cosa c’entra Brigitte Bardot? Beh, quando la polizia segreta irrompe nella sua abitazione, Adam si rifugia in un cinema che proietta Il disprezzo di Godard e si ritrova catapultato nelle stanze private di Brigitte Bardot. Il regista è lo stesso de I colori della passione.

IL CASSETTO SEGRETO di Costanza Quatriglio. Documentario sul giornalista e scrittore Giuseppe Quatriglio diretto dalla figlia Costanza.       

AUGURE – RITORNO ALLE ORIGINI di Baloji. Il ritorno in Congo di un uomo emigrato anni prima in Belgio apre un viaggio agli inferi fantasmagorico e caotico. Opera prima dell’attore, rapper e regista esordiente belga di origini congolesi Baloji.

VISTA MARE di Julia Gutweniger e Florian Kofler. Documentario di osservazione ed esplorazione della “sala macchine” del turismo di massa del nord Adriatico, in particolare tra Lignano, Jesolo e Riccione, dalla stagione invernale a quella estiva.

TOXICILY di François-Xavier Destors, Alfonso Pinto. Documentario che dà voce a chi vive nelle coste del polo petrolchimico siracusano dove sorge uno dei più grandi poli d’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *