IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (02/23_24) – PARTE 2 II TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (02/23_24) – PARTE 1 II TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

23 NOVEMBRE 2023

DA OGGI NELLE SALE

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Piatto ricco mi ci ficco!”, diceva qualcuno, e questo giovedì è decisamente per tutti i palati: blockbuster d’autore, animazione, film da festival e alcune piccole opere italiane. Ma entriamo nel dettaglio:

NAPOLEON di Ridley Scott. Se ne parla da mesi, finalmente arriva in sala. Al centro del racconto le origini dell’imperatore e leader militare francese e la sua rapida e spietata ascesa come imperatore, con particolare attenzione al rapporto con Giuseppina, sua moglie e unico vero amore. Nel ruolo di Napoleone l’ineguagliabile Joaquin Phoenix, sua moglie Giuseppina è Vanessa Kirby e in regia Ridley Scott, uno dei più grandi registi della contemporaneità. What else?

CENTO DOMENICHE di Antonio Albanese. Antonio, ex operaio di un cantiere nautico, conduce una vita mite e tranquilla. Quando sua figlia gli annuncia che ha deciso di sposarsi, Antonio è colmo di gioia, può finalmente coronare il suo sogno regalandole il ricevimento che insieme hanno sempre sognato potendo contare sui risparmi di una vita. Ma quei risparmi, depositati in banca, dove sono finiti? Sesta regia di Antonio Albanese che è anche protagonista insieme a Liliana Bottone, Bebo Storti e Sandra Ceccarelli.

LA CHIMERA di Alice Rohrwacher. Autrice più apprezzata all’estero che in Italia, segue coordinate tutte sue. Questa volta l’ambientazione è tra i cosiddetti “tombaroli” del litorale tirrenico, ma inutile raccontare la trama, è un film fatto di immagini e sensazioni, va quindi visto e non raccontato. Era in concorso al Festival di Cannes.

MARY E LO SPIRITO DI MEZZANOTTE di Enzo d’Alò. Finalmente un film di animazione italiano per grandi e piccini, diretto da un veterano del settore (ricordate La gabbianella e il gatto?). È stato presentato con successo alla Berlinale 2023 e al Lucca Comics & Games.

HEARTLESS – SENZA CUORE di Nara Normande, Tião. Estate 1996, nord-est del Brasile. Tamara si gode le ultime vacanze nella città natale prima di trasferirsi nella capitale per proseguire i suoi studi. Un giorno sente parlare di una ragazza soprannominata Sem Coração che inzia a incuriosirla. Elementi fantastici si integrano a un contesto che ritrae aspetti della società brasiliana. Si invita lo spettatore a immergersi in un’esperienza d’amore, mistero, violenza e bellezza. Presentato al Festival di Venezia nella sezione “Orizzonti”. 

IL PAESE DEI JEANS IN AGOSTO di Simona Bosco Ruggeri. Opera prima dal titolo sfizioso ambientata in Campania. Lui piace, ma non ha un soldo, lei ha i soldi, ma non piace, insieme daranno vita a una storia d’amore molto social stravolgendo la quotidianità di una piccola provincia italiana.

IN FILA PER DUE di Bruno De Paola. Commedia on the road napoletana che parte da un presupposto ricco di possibili spunti: cosa accadrebbe nelle vite dei cittadini all’ombra del Vesuvio se scattasse l’emergenza eruzione?

FISHERMAN’S FRIENDS di Chris Foggin. Tratto da una storia vera, racconta di un gruppo amatoriale di cantanti folk composto da dieci pescatori della Cornovaglia che riscuote un inaspettato, quanto improbabile, successo nel Regno Unito. Il film, del 2019, è stato un piccolo caso, tanto che nel 2022 è arrivato anche il sequel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *