CINEMA REVOLUTION Edizione 2024  —  CINEMA IN FESTA Al via la quarta edizione

30 NOVEMBRE 2023

DA OGGI NELLE SALE

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Un altro giovedì carico di film interessanti e per tutti i palati. Ma non doveva essere un autunno tragico e senza film?? Il cinema riesce sempre a stupirci. Ma vediamo i nuovi titoli nel dettaglio:

DIABOLIK – CHI SEI? dei Manetti Bros. Capitolo finale della trilogia dedicata al personaggio creato dalle sorelle Giussani. Vede il ritorno di Giacomo Gianniotti nei panni del Re del Terrore, ma ci saranno ancora anche Miriam Leone perfetta Eva Kant, Valerio Mastandrea come Ispettore Ginko e Monica Bellucci nella parte di Altea.

UN ANNO DIFFICILE di Olivier Nakache, Eric Toledano. Albert e Bruno sono amici. Uno vive di espedienti, l’altro ha una vita privata disastrosa, ma entrambi sono in bolletta e pieni di debiti a causa del loro consumismo compulsivo. Un giorno decidono di unirsi a un gruppo ambientalista di eco-attivisti, attirati principalmente dalla birra e dalle patatine offerte alle riunioni. Sarà l’occasione per redimersi e rimettere ordine nelle proprie vite? Dai registi di Quasi amici e C’est la vie.

IL CIELO BRUCIA di Christian Petzold. Due amici in vacanza, una ragazza misteriosa e seducente. Nulla è come appare in questa commedia spiazzante e capace di raccontare una storia partendo dall’interesse che i personaggi sono in grado di suscitare. Ha il potere, tutt’altro che scontato, di sorprendere. Ha vinto l’Orso d’argento, gran premio della giuria, alla Berlinale 2023.

PALAZZINA LAF di Michele Riondino. Taranto, anni ’90. La Laf era la palazzina nella quale i proprietari e i dirigenti dell’Ilva di Taranto confinarono gli impiegati che si erano opposti al declassamento a operai. Non potevano essere licenziati, quindi venivano concentrati alla Laf a non fare niente. Opera prima di Michele Riondino già definita La classe operaia va in paradiso del nuovo millennio. Nel cast, oltre allo stesso Riondino, anche Elio Germano, Valeria Scalera, Anna Ferruzzo e Paolo Pierobon.

I LIMONI D’INVERNO di Caterina Carone. Due sconosciuti alle prese con la propria attività di giardinaggio incominciano a intessere un dialogo profondo. Lui è Christian De Sica, lei Teresa Saponangelo.

HOME EDUCATION – LE REGOLE DEL MALE di Andrea Niada. Rachel è un’adolescente cresciuta in una casa isolata nei boschi, istruita secondo i principi di un culto esoterico di cui la sua famiglia è seguace. Alla morte del padre… stop!, null’altro da sapere per un thriller/horror psicologico ambientato in Calabria, nell’Altopiano della Sila, con una ritrovata Julia Ormond.

LA GUERRA DEI NONNI di Gianluca Ansanelli. Due nonni molto diversi e molto competitivi si sfidano alzando sempre di più la posta per conquistare la leadership nell’amore dei nipotini. Loro sono  Vincenzo Salemme e Max Tortora.

CON LA GRAZIA DI UN DIO di Alessandro Roja. Un uomo vuole indagare sulla morte del suo migliore amico d’infanzia. Con Tommaso Ragno e Maya Sansa.

SILENT NIGHT – IL SILENZIO DELLA VENDETTA di John Woo. Un uomo, rimasto ferito alla gola dopo una sparatoria nella quale ha perso il proprio figlio, decide di cercare e uccidere i responsabili. La particolarità del film è che non presenta dialoghi. Nuovo thriller firmato da uno dei grandi registi action di fine millennio scorso. Ci saranno le colombe suo marchio di fabbrica?

DOPPIA COPPIA di Igor Biddau. Fernanda, guida trekking e amante della natura, convince il suo amico del cuore Vincenzo a passare un week-end nelle foreste toscane. Invitano anche Anna e Tonino, i loro amici sfortunati in amore, nel tentativo di farli diventare una coppia. Una commedia romantica sull’amicizia tra uomo e donna.

IL PAESE DEL MELODRAMMA di Francesco Barilli. Un cantante lirico ha la vita distrutta da una tragedia. Un giorno, però, decide di fargli visita La Morte in persona che ha una richiesta da fargli: tornare a calcare il palcoscenico nei panni del protagonista del “Macbeth” di Verdi, ponendo anche delle condizioni. Lirica e tragedia umana sembrano un’ottima accoppiata. Con Luca Magri e Luc Merenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *