I DIECI MIGLIORI DEBUTTI DELLA STAGIONE 2023/2024 ...fino ad ora...  —  QUESTIONE DI SCELTE gli equilibri sottili tra cinema e streaming

ATHINA CENCI

Brava, molto amata e sfortunata

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Compie 78 anni ATHINA CENCI, attrice brava, molto amata e sfortunata.

Inizia a farsi conoscere tra gli anni ’70 e ’80 grazie al trio comico dei Giancattivi, di cui fa parte insieme ad Alessandro Benvenuti e Paolo Nativi (alla sua morte subentrò, dopo altri, Francesco Nuti) e alla trasmissione tv “Non Stop”.

Negli anni ’80 diventa un’ottima caratterista, presente in molti film che la portano a vincere riconoscimenti importanti.

Speriamo che sia femmina ne ufficializza il talento (David di Donatello e Ciak d’Oro), Compagni di scuola lo conferma (David di Donatello). 

Tra gli anni ’80 e ’90 è attivissima, poi nel 2001 viene colpita da un’emorragia cerebrale che la tiene lontano dalle scene per quindici anni, privandola dell’uso della parola, per fortuna gradualmente riconquistato.

Torna in scena nel 2015 e piano piano si riappropria degli spazi che più le sono consoni, quelli del teatro e dello schermo, piccolo e grande.

Tra le sue interpretazioni, la ricordo anche nel corale Caramelle da uno sconosciuto (1987), in Benvenuti a casa Gori (1990) e Ritorno a casa Gori (1996), di Alessandro Benvenuti, e come mamma di Stefano Accorsi in Jack Frusciante è uscito dal gruppo (1996).

Nel 2021 è nel cast di Quel genio del mio amico e Dio è in pausa pranzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *