SORRENTO 2023 Giornate professionali di cinema - 28 novembre/1 dicembre 2023  —  CINEMA MODERNISSIMO Inaugurazione della nuova, meravigliosa, sala della Cineteca di Bologna

MASSIMO GIROTTI

Oggi compirebbe 105 anni (18 maggio 2023)

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Oggi compirebbe 105 anni MASSIMO GIROTTI, uno degli attori italiani più importanti del dopoguerra che ha lavorato con i registi più significativi della sua epoca, tra cui Blasetti, Visconti, De Santis, Germi e Antonioni.

Con LA CORONA DI FERRO (1941) di Alessandro Blasetti diventò popolare, ma fu OSSESSIONE (1943) di Luchino Visconti a renderlo una star.

Tra i tanti film interpretati negli anni successivi, in grado di spaziare tra generi differenti, lo ricordiamo tra gli altri per:

ANNI DIFFICILI di Luigi Zampa (1948)

IN NOME DELLA LEGGE di Pietro Germi (1949)

CRONACA DI UN AMORE di Michelangelo Antonioni (1950)

SPARTACO di Riccardo Freda (1952)

SENSO di Luchino Visconti (1954)

SOUVENIR D’ITALIE di Antonio Pietrangeli (1956)

VENERE IMPERIALE di Jean Delannoy (1962)

TEOREMA di Pier Paolo Pasolini (1968)

LA TENDA ROSSA di Mikheil Kalatozishvili (1969)

MEDEA di Pier Paolo Pasolini (1969)

GLI ORRORI DEL CASTELLO DI NORIMBERGA di Mario Bava (1972)

ULTIMO TANGO A PARIGI di Bernardo Bertolucci (1972)

L’INNOCENTE di Luchino Visconti (1976)

L’AGNESE VA A MORIRE di Giuliano Montaldo (1976)

PASSIONE D’AMORE di Ettore Scola (1981)

ARS AMANDI – L’ARTE DI AMARE di Walerian Borowczyk (1983)

INTERNO BERLINESE di Liliana Cavani (1985)

IL MOSTRO di Roberto Benigni (1994)

Conclude la sua carriera con un film uscito postumo in cui ha un ruolo molto bello, quello di Davide Veroli, ebreo e omosessuale scampato al rastrellamento del 1943. Il film è LA FINESTRA DI FRONTE di Ferzan Ozpetek, per cui vinse il David di Donatello come migliore attore non protagonista. Premio che purtroppo non fece in tempo a ricevere.

Dove lo ricordate soprattutto?