IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

RON PERLMAN

COME HAI DETTO CHE SI CHIAMA?

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Compie 74 anni RON PERLMAN, attore dalla fisicità prorompente e dalla capacità di trasformarsi in qualsiasi cosa, tanto che è davvero raro vederlo al naturale e senza il supporto di trucco e parrucco.

Debutta ne La guerra del fuoco nel 1981 e la sua ultima interpretazione è nella commedia Mio padre è un sicario.

In mezzo quarant’anni di personaggi memorabili in cui ha riversato tutte le sue doti camaleontiche, tra cui:

Il nome della rosa (1986), in cui, sulle orme del Gobbo di Notre dame, è il deforme Salvatore

L’isola perduta (1996), dove interpreta Sayer of The Law

Il nemico alle porte (2001), dove dà vita al tiratore scelto russo, dalla dentiera in metallo, Koulikov

Star Trek – La Nemesi (2002), dove appare, quasi irriconoscibile, nel ruolo di Reman Viceroy

Hellboy (2004), e relativo seguito del 2008, di cui è protagonista assoluto nei panni del diavolo rosso del titolo

Outlander – L’ultimo vichingo (2008), in cui è Gunnar, altro barbaro cattivissimo

Conan the Barbarian, (2011), dove è il feroce padre di Conan (Jason Momoa)

Pacific Rim (2013), dove è l’avido e corpulento grossista Hannibal Chau

Animali fantastici e dove trovarli (2016), in cui è il goblin Gnarlak

Don’t Look Up (2021) in cui è insolitamente senza peli o protuberanze ma quasi al naturale e interpreta il colonnello Ben Drask

La fiera delle illusioni (2021) dove è Bruno the Strongman

Innumerevoli le sue partecipazioni a serie tv, tra cui Miami Vice, Highlander, Streghe, Masters of Horror, i 79 episodi di Sons of Anarchy, i 78 di 1000 modi per morire, i 9 di The Capture e la miniserie La verità sul caso Harry Quebert. Ma a restare mitici sono soprattutto i 55 episodi della serie tv La bella e la bestia (1987 – 1990), dove è la bestia, al fianco di Linda Hamilton che è la bella, e che contribuisce, grazie anche a un bel po’ di premi conquistati, a farlo conoscere e a lanciare definitivamente la sua carriera.

Ha anche doppiato molti personaggi di animazione ed è voce narrante in vari videogiochi.

Insomma, fa parte del nostro immaginario più di quanto razionalmente crediamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *