IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 2 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (03/23_24) – PARTE 1 III TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

CORTI DA OSCAR AL CINEMA

I corti nominati agli Oscar arrivano al cinema

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Dopo il successo della distribuzione in 20 sale e arene cinematografiche di An Irish Goodbye, il corto vincitore dell’Oscar 2023, WeShort propone per la prima volta al cinema l’intera cinquina in nomination, sia per i cortometraggi di animazione che per quelli live-action. WeShort ha infatti siglato un accordo di esclusiva con ShortsTV, lo storico distributore di cortometraggi del Regno Unito, e una partnership con Amaranta Frame.

I dieci corti, in lingua originale con sottotitoli in Italiano, vengono proposti al pubblico nei giorni 6, 7 e 8 maggio 2024 divisi in due pacchetti: Corti Oscar 2024 Animazione e Corti Oscar 2024 Live-Action.

_________________________________________________________________________________________________________

CORTI OSCAR 2024 ANIMAZIONE (durata: 1h, 20 min) v.m.14

War Is Over! Inspired by the Music of John and Yoko di Dave Mullins (11 minuti)

Ispirato dalla musica di John Lennon e Yoko Ono, è ambientato in una realtà alternativa della Prima Guerra Mondiale dove un eroico piccione consegna messaggi sul campo di battaglia, da una parte all’altra. I messaggi vengono scambiati da due soldati su fronti opposti che, ignari di chi sia il loro avversario, stanno giocando una partita a scacchi. È il corto che ha vinto l’Oscar.

Letter to a Pig di Tal Kantor (17 minuti)

Nel “Giorno della Memoria ” un sopravvissuto all’Olocausto legge una lettera che ha scritto al maiale che gli ha salvato la vita in una classe piena di adolescenti.

Ninety-Five Senses di Jerusha e Jared Hess (14 minuti)

Un detenuto nel braccio della morte si immerge nei ricordi mentre affronta la propria mortalità.

Our Uniform di Yegane Moghaddam (7 minuti)

Il film documenta l’esperienza della regista, al suo debutto alla regia, che utilizza lo hijab – nella tradizione islamica il velo allacciato sotto la gola utilizzato dalle donne per coprire il capo e le spalle –  come tela per l’animazione.

Pachyderme di Stephanie Clement (11 minuti)

Unendo animazione tradizionale e computer grafica, il corto è una narrazione sottile sulla sopravvivenza di una giovane ragazza agli abusi che subisce.

________________________________________________________________________________________________________________

CORTI OSCAR 2024 LIVE-ACTION (durata: 2h, 19min) v.m.14

La meravigliosa storia di Henry Sugar di Wes Anderson, con cui il celebre regista americano ha vinto il suo primo Oscar (41 minuti)

Henry Sugar, giocatore d’azzardo, viene a conoscenza di un uomo proveniente dall’India che riesce a vedere senza usare gli occhi. Rendendosi conto dei benefici che potrebbe trarne, decide di esercitarsi per acquisire la stessa abilità. È tratto dalla serie di racconti “Un gioco da ragazzi e altre storie” di Roald Dahl.

The After di Misan Harriman (18 minuti)

Dopo aver assistito a un crimine violento, un autista di car sharing sconvolto trasporta una cliente che lo obbliga a guardare in faccia il proprio dolore.

Invincible di Vincent René-Lortie e Samuel Caron (30 minuti)

Ispirato a una storia vera, racconta le ultime 48 ore della vita di Marc-Antoine Bernier, un ragazzo di 14 anni alla disperata ricerca di libertà.

Knight of Fortune di Lasse Lyskjær Noer (25 minuti)

Emotivamente paralizzato dalla perdita della moglie, Karl trova un momento di conforto inaspettato quando incontra uno sconosciuto che dice che sta seppellendo anche sua moglie.

Red, White and Blue di Nazrin Choudhury e Sara McFarlane (22 minuti)

Una giovane madre dell’Arkansas è costretta a viaggiare oltre i confini di stato alla ricerca di un aborto urgente e necessario.

L’appuntamento è al cinema il 6, 7 e 8 maggio 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *