CINEMA REVOLUTION Edizione 2024  —  CINEMA IN FESTA Al via la quarta edizione

I SOPRAVVALUTATI

I dieci film più sopravvalutati del 2023

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

(l’ordine è alfabetico – di fianco a ogni film un aggettivo, o una frase, di commento – la foto indica il più rappresentativo della categoria)

Classifica bislacca in cui ho messo sia film di cui si è mediamente parlato tra il bene e il benissimo e che invece non mi hanno convinto granché, sia film magari interessanti e riusciti che però non ritengo così belli da sentirne parlare sempre e solo in stato di estasi. Di tutto un po’ insomma.

AFTERSUN di Charlotte Wells: con una sua apprezzabile sensibilità, ma con i superlativi ci si è fatti un (bel) po’ prendere la mano

UN BEL MATTINO di Mia Hansen-Løve: indeciso

BENEDETTA di Paul Verhoeven: trucido

DECISION TO LEAVE di Park Chan-wook: distante

EVERYTHING EVERYWHERE ALL AT ONCE di Daniel Kwan and Daniel Scheinert: spossante

FOGLIE AL VENTO di Aki Kaurismäki: molto carino, ma con i superlativi ci si è fatti un po’ prendere la mano

IL MALE NON ESISTE di Ryûsuke Hamaguchi: enigmatico, ma non basta

MON CRIME – LA COLPEVOLE SONO IO di François Ozon: estenuante

SCREAM VI di Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett: cerebrale

THE WHALE di Darren Aronofsky: ricattatorio

Ci sono anche:

I BELLI

I BRUTTI

I SOTTOVALUTATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *