CINEMA REVOLUTION Edizione 2024  —  CINEMA IN FESTA Al via la quarta edizione

SORRENTO 2023

Giornate professionali di cinema - 28 novembre/1 dicembre 2023

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Si è concluso l’appuntamento dei professionisti del cinema, quindi esercenti, produttori e distributori, riunitisi nel consueto ritrovo autunnale di Sorrento per fare il punto della situazione. L’ultima occasione di incontro era stata Cinè a Riccione, in estate, prima che il fenomeno “Barbienheimer” infondesse un generalizzato ottimismo che lo stratosferico successo di C’è ancora domani ha legittimato ulteriormente.

Non più musi lunghi, quindi, ma sorrisi e buoni auspici per il futuro, mantenendo però l’invito alla cautela perché non sono alcuni successi, anche grandi, a risolvere la diffidenza del pubblico e tutti i problemi in passato evidenziati.

Tra panel, convegni e anteprime, fulcro della manifestazione sono stati due momenti: la consegna dei “Biglietti d’oro” alle sale e ai film che si sono maggiormente distinti a livello di incassi nel corso della stagione, e la presentazione dei listini, con i film in uscita nei prossimi mesi, da parte dei distributori. Una ghiotta opportunità per capire quello che succederà sui nostri schermi, con quali film si accenderanno e prenderanno vita.

Vero e proprio bagno di folla per Paola Cortellesi premiata per C’è ancora domani e i record che giornalmente sta superando. L’attrice e neo regista romana ha dichiarato “questa regia non rimarrà isolata, ci sarà un “dopodomani” e anche oltre! Ma non penso ci sarà un seguito”. Ha poi aggiunto, “Sulla carta era un film d’epoca e in bianco e nero, mai avrei immaginato questo grande successo. Non era un film facile, ma alla fine è stato un botto! E il primo segnale lo avete dato voi esercenti con l’entusiasmo con cui avete accolto la presentazione del film a Riccione a Cinè!”

Davvero tanti i film, al di là di quelli, soprattutto provenienti dai festival (di cui ho già parlato su Cinema in Sala), in cui potenzialmente perdersi; ecco qualche scheggia:

Bong Joon-ho, il regista di Parasite, promette di farci sperimentare cosa succede quando si muore in Mickey 17 con Robert Pattinson.

Il trailer di Challengers di Luca Guadagnino, con Zendaya campionessa di tennis, infiamma la platea, perché in gioco sembra esserci molto di più di una vincita sportiva.

Ispira simpatia Come incasinare i genitori per la situazione di partenza, in cui un bambino delle elementari sogna che mamma (Carolina Crescentini) e papà (Giampaolo Morelli) si separino perché è l’unico della classe a non avere genitori divorziati.

Si ammira il coraggio di Anya Taylor-Joy nel prendere il posto dell’iconica Charlize Theron in Furiosa, prequel di Mad Max Fury Road.

Si finisce in lacrime già solo con il trailer di One Life, in cui Anthony Hopkins interpreta l’operatore umanitario britannico Nicholas Winton, che ha contribuito a salvare centinaia di bambini dai nazisti alla vigilia della seconda guerra mondiale.

Stefano Accorsi e Fabio De Luigi, entrambi ospiti e con un’alchimia tangibile, promettono scintille nel tentare di ricucire il loro rapporto di fratelli male assortiti nell’on the road emiliano-romagnolo 50 km all’ora.

Zac Efron è irriconoscibile con la massa muscolare messa su per The Warrior.

L’ultima interpretazione di Glenda Jackson, insieme a Michael Caine in The Great Escaper, tocca il cuore.

Incuriosisce lo strano rapporto, in cui non si capisce chi è il sedotto e chi il seduttore, che si instaura tra Jenna Ortega e Martin Freeman, studentessa e professore in Miller’s Girl.

Chi non ha mai immaginato di potere incontrare e chiarirsi con persone che non ci sono più? Succede ad Andrew Scott in Estranei (di Andrew Haigh e con anche Paul Mescal), dove ritrova i genitori morti quando aveva dodici anni.

Tra i tanti film italiani presentati, si cerca il possibile nuovo grande successo dopo il bagno di folla di C’è ancora domani, e quello che sembra avere più possibilità è Un mondo a parte che sconta cliché evergreen, come il professore che dalla città viene trasferito nel paesino di montagna, ma ha dalla sua la verve di Antonio Albanese e Virginia Raffaele guidati da Riccardo Milani.

A colpire sono anche i tanti sequel, prequel, spin-off, comunque i titoli ancorati a franchise o saghe di successo, che ci aspettano nell’imminente: A Quiet Place giorno 1, Kung Fu Panda 4, Un altro Ferragosto, Ghostbusters: minaccia glaciale, I soliti idioti 3, Wonder – White Bird, 200% lupo, Cattivissimo me 4, Il regno del pianeta delle scimmie, Inside Out 2, Dune – parte due, Aquaman e il regno perduto.

Una cosa è certa, non mancheranno i film e il confronto che sono in grado di suscitare trasportandoci nell’unico luogo in cui tutto può davvero accadere: il grande schermo.

Ecco alcune foto che ho scattato degli ospiti presenti alla manifestazione. A voi riconoscerli:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *