IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (02/23_24) – PARTE 2 II TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024  —  IL BARO-METRO: SGUARDI DALLA SALA (02/23_24) – PARTE 1 II TRIMESTRE STAGIONE 2023 / 2024

DUNE – PARTE DUE

Anticipata l'uscita dell'atteso sequel

di Luca Baroncini (pubblicato in data )

Dune – Parte due non arriverà più a metà marzo del 2024, ma l’uscita è stata anticipata al 28 FEBBRAIO 2024.

Una buona notizia per uno dei titoli più attesi della stagione che ha lasciato un buco nella programmazione autunnale visto il posticipo che ha subito a causa degli scioperi di sceneggiatori e attori in U.S.A. Buco che noi siamo riusciti a colmare con la programmazione nazionale e il successo, inaspettato di tale portata, di C’è ancora domani, ma che negli Stati Uniti è stato solo in parte colmato dall’evento Taylor Swift: The Eras Tour che ha incassato 175,3 milioni di dollari.

Per la trama non vi anticipo nulla, mentre ricordo il ricchissimo cast, in cui ci sono anche alcune new entry. Oltre ai rodati Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Zendaya, Josh Brolin, Stellan Skarsgård, Dave Bautista, Charlotte Rampling e Javier Bardem, ci saranno infatti Christopher Walken, Florence Pugh, Austin Butler, Léa Seydoux e Souheila Yacoub.

In regia sempre Denis Villeneuve, anche co-sceneggiatore insieme a Jon Spaihts, e alla colonna sonora nuovamente Hans Zimmer.

Ricordo che ai premi Oscar del 2022 Dune è stato il vincitore trasversale dell’edizione conquistando sei Oscar:

Migliore fotografia a Greig Fraser

Migliore colonna sonora ad Hans Zimmer

Miglior montaggio a Joe Walker

Miglior sonoro a Mac Ruth, Mark Mangini, Theo Green, Doug Hemphill e Ron Bartlett

Migliore scenografia a Patrice Vermette e Zsuzsanna Sipos

Migliori effetti speciali a Paul Lambert, Tristan Myles, Brian Connor e Gerd Nefzer

Se i risultati saranno soddisfacenti si parla già di un terzo episodio e di una serie televisiva spin-off. Dune, uno dei primi blockbuster a sfidare il Covid, uscito in tempi in cui era obbligatorio indossare la mascherina in sala, ha incassato in tutto il mondo 402 milioni di dollari, andando meglio a livello internazionale (293,7 milioni di dollari) che in patria (108,3 milioni di dollari).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *